Home » Iniziative » Iniziative dal 30 giugno

Iniziative dal 30 giugno

Auguriamo al Sindaco Pizzarotti buon lavoro e opereremo per il rispetto degli impegni presi con i ciclisti.

 

VENERDI 30 GIUGNO

PEDALI NELLA NOTTE A SALA BAGANZA PER CALABRIA&FRIENDS

Programma: cena con specialità calabresi e musica emiliana (Bandaliga).
Ci troviamo alle 19,30 nel parcheggio di via Bizzozero di fianco alla sede e raggiungiamo Sala Baganza per strade a basso traffico e lungo il torrente.
Per partecipare è OBBLIGATORIO DOTARSI DI GIUBBETTO AD ALTA VISIBILITA’ E LUCI BEN FUNZIONANTI.
Iscrizione soci 1 euro (ass.ne infortuni), non soci 2 euro (RC e ass.ne infortuni).
per info Nadia 347/0355414
LA FIAB NON E’ UN’AGENZIA DI VIAGGI , quindi tutti i partecipanti sono chiamati a contribuire alla buona riuscita della gita rispettando le regole del Codice della strada e le indicazioni del capogita.
Chi abbandona il gruppo deve avvisare il capogita, le coperture assicurative non saranno più valide.

DOMENICA 2 LUGLIO

SETTIMA PEDALATA DEL TARO

(anticipata dagli organizzatori rispetto al calendario)
destinazione Fornovo e dintorni
cartografia cartina Parma in bici n°8
luogo di partenza parcheggio di via Bizzozero di fianco alla sede
orario ritrovo 7,45 e partenza ore 8
ritorno circa ore 14
km variabili a secondo delle opzioni scelte
tipo di percorso su ciclabili (in parte sterrate) e strade a basso traffico
difficoltà facile o media
capogita Remo D tel 347 7876789

DESCRIZIONE
Anche quest’anno ben volentieri partecipiamo alla pedalata organizzata dell’attivissimo Circolo ARCI di Riccò di Fornovo.
La partenza della pedalata è prevista alle 9,30 a Riccò dove è necessario
effettuare l’iscrizione (gratuita).
Ci sono 3 possibilità:
– partire in bici da Parma alle 8 e incontrarsi con il gruppo dei pedalatori ad Oppiano, il capogita nel frattempo provvederà a telefonare al Circolo per riferire numero e nomi dei partecipanti
– prendere il treno da Parma alle 7,48 con arrivo a Fornovo alle 8,12, si gira la bici verso la città e in pochi km si raggiunge Riccò (ricordarsi di fare il biglietto anche per la bici)
– raggiungere Riccò in auto
Chi raggiunge Riccò in treno o in auto si iscrive e parte con il gruppo.
Chi invece parte da Parma in bici aspetta il gruppo ad Oppiano.
Riuniti tutti i partecipanti si potrà optare per 2 alternative:
– giro corto per 15 km nei sentieri del fiume (anche per bambini, con dislivello di 100 m)
– giro lungo 25 km e dislivello di 377 m
Per tutti all’arrivo pasta-party offerto dal Circolo.
Si torna per lo stesso percorso dell’andata o tentando di salire sul treno regionale delle 14 da Fornovo (non è previsto che trasporti bici ma chiedendo…per favore…)
Registrazione: 1 euro soci FIAB (ass.ne infortuni) 3 euro non soci (ass.ne infortuni e RC)
bici in ordine, camera d’aria di scorta, casco consigliato

LA FIAB NON E’ UN’AGENZIA DI VIAGGI , quindi tutti i partecipanti sono chiamati a contribuire alla buona riuscita della gita rispettando le regole del Codice della strada e le indicazioni del capogita.
Chi abbandona il gruppo deve avvisare il capogita, le coperture assicurative non saranno più valide.

2 LUGLIO

TRA IL SACRO E IL PROFANO

destinazione Compiano
luogo di partenza Stazione ferroviaria 1° binario con biglietto per Borgotaro e supplemento per la bici
orario ritrovo ore 7,35 partenza treno 7,48
ritorno varie opzioni
km da 35 a 80
tipo di percorso su strade a basso traffico
difficoltà media
capogita Nadia A  347 0355414  dadiama2014@gmail.com
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ENTRO VENERDI 30

DESCRIZIONE
Andiamo a Compiano per assistere alla Benedizione delle acque del Taro. Il rito risale al 1630, l’epidemia di peste aveva fatto moltissime vittime in Valtaro e la popolazione si affidò alla Provvidenza con la preghiera e i bagni penitenziali nelle acque del fiume. Ad oggi il rito si ripete come allora: una processione parte da Compiano e una da Isola, a mezzogiorno si incontrano al fiume e si procede con la benedizione. Successivamente i fedeli si bagnano con l’acqua corrente oppure la raccolgono in bottiglie per portarla agli ammalati.
Alle 8,45 arriviamo a Borgo Val di Taro, caffè in piazza e partenza per la panoramica strada della Bertorella in lieve salita. Arrivati all’incrocio con la strada provinciale giriamo a sinistra, attraversiamo il ponte e giriamo a destra. In salita raggiungiamo Isola. Chi vuole può assistere alla messa, in alternativa ozio in un prato. Dopo la messa processione e arrivo al fiume.
Terminata la cerimonia (il sacro) attraverso un ponticello pedonale ci indirizziamo verso Compiano in decisa salita.
Compiano fa parte del circuito dei “Borghi più belli d’Italia” e se lo merita in pieno. La cinta muraria, le stradine con l’acciottolato, le case antiche, il castello. Adesso è il momento del profano con la degustazione dei panigacci, specialità locale, nel locale adiacente al castello. Chi preferisce può portarsi qualcosa al sacco da consumare nella bella piazza con ampio panorama sulla valle e sul fiume.
Dopo la sosta è possibile vedere il castello, ingresso con visita guidata 7 euro.
A seguire varie opzioni da concordare tra i partecipanti: arrivare a Tornolo o a Bedonia per poi scendere a prendere il treno a Borgotaro oppure decidere di raggiungere Parma in bici (in questo caso occorre il giubbetto perchè si attraversano alcune gallerie).
Treni utili per il rientro in città: 16.07 17.11 19.14
Registrazione: 1 euro soci FIAB (ass.ne infortuni) 3 euro non soci (ass.ne infortuni e RC)
bici in ordine, camera d’aria di scorta, casco consigliato
LA FIAB NON E’ UN’AGENZIA DI VIAGGI , quindi tutti i partecipanti sono chiamati a contribuire alla buona riuscita della gita rispettando le regole del Codice della strada e le indicazioni del capogita.
Chi abbandona il gruppo deve avvisare il capogita, le coperture assicurative non saranno più valide.

2 LUGLIO

SCHIA

Ritrovo al parcheggio di Via Bizzozero alle 8,15 con partenza 8,30; oppure parcheggio di Capoponte davanti bar Baffo alle 9,15. Ritorno previsto ore 18 circa.
Percorso di 55 Km con circa 1200 m di dislivello su strade asfaltate con un solo breve tratto di strada non asfaltata.
Si può effettuare una variante light partendo, e quindi arrivando, a Tizzano; il percorso si riduce così a 35 Km con 700 m di dislivello.
Partiamo da Capoponte, evitando così il caldo della pianura, pedaleremo su strade comunemente non utilizzate per raggiungere Schia e quindi prive di traffico, passando da piccoli centri.

Ci dirigiamo a Reno di Tizzano, quindi a Casola e innesto sulla provinciale in uscita da Tizzano; la strada presenta tratti di salita ripidi ma brevi, e sarà tranquilla e panoramica. Proseguiremo per Musiara Superiore e saliremo fino al passetto sopra Pian della Giara dove ci riposeremo al fresco per la sosta pranzo allo chalet. Superato il centro di Schia scenderemo a Casagalvana e quindi a Lagrimone. Percorreremo per un breve tratto la provinciale Massese quindi la abbandoniamo proseguendo per Fontanafredda: percorso non frequentare dal traffico automobilistico che ci permettere di arrivare al centro di Tizzano con piacevole pedalata. Proseguendo per la strada della Pieve si raggiunge con breve sterrato Albazzano da cui si scende fino alla provinciale poco distante dal nostro punto di arrivo. Lungo il percorso si incontrano diverse fresche fonti. La gita prevede un discreto dislivello ma si raggiungono i 1250 m di quota dove è assicurato un clima piacevole anche in giornate calde.
Si prega di contattare la capogita per poter organizzare il trasporto in auto, sia chi ha bisogno di passaggio, sia chi ha disponibilità di posti.
Capogita: Mirella 3477946510

8-9 LUGLIO

La valle dei laghi e la ciclabile del Sarca

Destinazione: Mori (TN)
Orario Ritrovo: ore 7:45 (sabato 8/7) Luogo Ritrovo: Parcheggio Palasport/Panorama (Via Silvio Pellico, Parma)
Partenza: ore 8:00 (sabato 8/7) Orario Ritorno a Parma: ore 19:00 circa (domenica 9/7)
Lunghezza: 65 km (sabato 8/7) + 60 km (domenica 9/7)
Dislivello: 400 m (sabato 8/7) + 700 m (domenica 9/7)
Difficoltà: media
Tipo Bici: tutte, con cambio / casco consigliato
Tipo Percorso: piste ciclabili/strade (interamente asfaltato)
Costo: 50 € circa a persona (comprensivo di pernottamento, cena di sabato 8/7 e colazione di domenica 9/7)
Iscrizioni: entro 25/6
Descrizione Percorso:
Partenza dal centro del paese di Mori (appena fuori dall’uscita A22 di Rovereto Sud), dove c’è ampia possibilità di parcheggio gratuito per auto, si percorre la pista ciclabile che porta con qualche saliscendi a Torbole, sul lago di Garda. Da qui inizia la pista ciclabile che risale il corso del Fiume Sarca, attraverso le località di Arco, Dro, Lago di Cavedine, Sarche, Lago di Toblino (dopo circa 45 km). Qui sul Lago di Toblino è posto l’albergo dove si alloggia per la notte (cena nel ristorante dell’albergo). Raggiunto l’albergo è possibile proseguire il giro su pista ciclabile fino a Terlago e ritorno (altri 20 km circa), oppure relax presso la piscina dell’hotel (eventualmente portare costume).
Il secondo giorno, dal lago di Toblino, si riparte in direzione sud fino a Sarche, dove si inizia la salita su pista ciclabile con panorami sulla gola del Fiume Sarca, si prosegue poi su strada in leggera salita verso Ponte Arche, passo Ballino (760 m), per scendere verso il Lago di Tenno, e poi a Riva del Garda e Torbole, dove si ripercorre in senso inverso la pista ciclabile per tornare al punto di partenza di Mori.
Note:
Entrambi i giorni non è prevista una vera e propria sosta pranzo, ma possibilità di merenda a fine giro, è comunque possibile portare snack/panini per le diverse soste previste e trovare bar lungo il percorso. Portare acqua (punti acqua presenti lungo il percorso). Fatemi sapere se interessati a partecipare, tramite email (duccio.guarnieri@gmail.com) oppure cell. (329 0760601) entro il 23/06/17, in modo da poter avvisare in caso di cambi di programma, annullamenti dovuti al maltempo, ecc… Fatemi inoltre sapere quanti posti avete disponibili in auto per persone e bici.
Capogita: Duccio Guarnieri Cell: 329 07 60 601 Email: duccio.guarnieri@gmail.com
Registrazione: soci FIAB 1 euro (ass. infortuni), non soci 3 euro (ass. infortuni e RC). Casco consigliato, bici in ordine, camera d’aria di scorta.

IMPORTANTE: LA FIAB NON E’ UNA AGENZIA VIAGGI. QUINDI TUTTI I PARTECIPANTI SONO CHIAMATI A CONTRIBUIRE ALLLA BUONA RIUSCITA DELLA GITA RISPETTANDO LE REGOLE DEL CODICE DELLA STRADA E LE INDICAZIONI DEL CAPOGITA. CHI DECIDE DI ABBANDONARE IL GRUPPO DEVE AVVISARE IL CAPOGITA. LE COPERTURE ASSICURATIVE NON SARANNO PIU’ VALIDE.

25 Luglio

Pedalata a Gattatico per la Pastasciutta antifascista.

Da Parma sono ormai centinaia a partecipare a Casa Cervi alla riedizione della famosa Pastasciutta del 25 Luglio ’43 a Campegine. La Fiab d’intesa con l’Anpi di Parma vuole provare a rompere la regola dell’ andarci in macchina (che vuol dire stress per tutte le rotonde e gli svincoli del percorso e per la difficoltà di trovare parcheggio all’arrivo). Sono una ventina di km e ,scegliendo il percorso giusto, in gran parte in mezzo alla campagna coi suoi odori e i suoi silenzi.
Anpi aderirà con almeno una ventina dei suoi. Altrettanti e più speriamo con i soci Fiab. In collaborazione con altri, Fiab intende chiedere che Parma- Gattatico Casa Cervi diventi un percorso assistito da segnaletica e con i piccoli interventi necessari a renderlo fruibile in sicurezza.
Per evitare la trafficata e pericolosa via Emilia nel tratto parmense fino al ponte sull’Enza (anche se c’è una specie di pista ciclabile), il percorso che si seguirà sarà via Budellungo, Coloreto e Martorano. Poi dopo il ponte, si segue la via Emilia per 2 km (con un buon margine a lato protetto da riga bianca) fino a Sant’Ilario. Da lì è tutta pista ciclabile e strade basse senza traffico fino a Casa Cervi.
Tenendo conto del caldo, dell’ora di inizio della Pastasciutta (ore 20) e dei km del percorso (una ventina ) l’ora di partenza è 18,15 da Piazza Garibaldi.

Per chi non può fare in bici tutto il percorso ma vuole portarla in treno fino a Sant’Ilario e fare in bici l’ultimo tratto, c’è un treno regionale utile alle 18,56 dalla stazione di Parma, arriva a Sant’Ilario alle 19,04 . Il gruppo partito in bici da Parma passerà a quell’ora dalla stazione di Sant’Ilario per fare insieme il tratto finale. Arrivo 19,30.
Per il ritorno, quelli che volessero prendere il treno a Sant’Ilario hanno una sola possibilità: quello delle 21,54 (che vuol dire lasciare Casa Cervi alle 21,30). Il gruppo degli altri potrebbe partire verso le 22,30 percorrendo la stessa strada per essere a Parma circa a mezzanotte.
Obbligatorio il giubbetto ad alta visibilità e luci davanti e dietro.
Capogita Gino 3335021992

Registrazione: soci FIAB 1 euro (ass. infortuni), non soci 2 euro (ass. infortuni e RC). Casco consigliato, bici in ordine, camera d’aria di scorta.
IMPORTANTE: LA FIAB NON E’ UNA AGENZIA VIAGGI. QUINDI TUTTI I PARTECIPANTI SONO CHIAMATI A CONTRIBUIRE ALLLA BUONA RIUSCITA DELLA GITA RISPETTANDO LE REGOLE DEL CODICE DELLA STRADA E LE INDICAZIONI DEL CAPOGITA. CHI DECIDE DI ABBANDONARE IL GRUPPO DEVE AVVISARE IL CAPOGITA. LE COPERTURE ASSICURATIVE NON SARANNO PIU’ VALIDE.

Comments are closed.