Home » Senza categoria » Parma-Expo 2015 in quattro giorni in bicicletta

Parma-Expo 2015 in quattro giorni in bicicletta

IMG_20150531_095540
Bike Food Stories è un percorso cicloturistico Parma-Expo 2015 in bicicletta in quattro giorni!
Bike Food Stories è un’ avventura nata da un’idea di Davide, giovane ragazzo laureato in scienze gastronomiche per scoprire il territorio tramite deliziose soste, incontrando i produttori locali, i luoghi storici e scoprendone i segreti del posto… in bicicletta e ad impatto zero. In questi giorni di pedalate in campagna, fra vedute mozzafiato e degustazioni non sono mancate naturalmente i soggiorni in agriturismi e cene in trattorie tipiche. Tutto questo grazie alla collaborazione di Fiab di Parma (Federazione Italiana Amici della Bicicletta).

Ecco  le foto ed un piccolo aggiornamento di Bike Food Stories, Parma Expo 2015 in bicicletta. Partenza Sabato 30 Maggio da Parma ed arrivo Martedì 2 Giugno ad Expo 2015…

Bike Food Stories 1° GIORNO Sabato 30 maggio- Diari di bordo di Davide…

Partiti dalla stazione dei treni di Parma, imbocchiamo subito la pista ciclabile di Baganzola per poi spostarci sulla ciclopista del Taro. Giunti a San Secondo ci fermiamo alla pasticceria Lady, per una pausa caffè. Bar premiato con i 3 chicchi e le tre tazze dalla Guida dei Bar del Gambero Rosso: il massimo per questa categoria. Il loro cavallo di battaglia è il panettone classico prodotto (oltre agli ingredienti tradizionali, uova, burro, zucchero, latte e lievito madre) con l’aggiunta di due prodotti particolari: il mandarino di Ciaculli e l’uva di Pantelleria.

Subito dopo ci spostiamo di 100 m e raggiungiamo in via roma il signor Gianni Nauva. Da quattro anni ha abbandonato il suo vecchio lavoro ed ora assieme a sua moglie gestiscono un piccolo punto vendita.

La loro accoglienza è calda, sincera e inaspettata: allestiscono un piccolo tavolo nella piazza principale del paese, con sullo sfondo la Rocca dei Rossi, dove ci presentano i loro migliori prodotti.

In questa seconda tappa abbiamo degustato la Spalla Cotta affettata a mano, la Spalla Cruda di 22 mesi con l’osso e il Culatello di Zibello Dop di 20 mesi. Il tutto innaffiato con una fresca bottiglia di Fortana della cantina Bergamaschi: l’accompagnamento tradizionale per i salumi tipici della Bassa.

Tutto questo avveniva mentre Gianni ci spiegava la sua filosofia di lavoro: andare alla ricerca di prodotti naturali, di qualità, selezionandoli direttamente dal suo fornitore.

Continua a leggere su ParmaMoreThanFood

Classroom setting assignments become difficult obstacles instead of family members. Managing everyday life through the information, that ADHD, is done including asking http://cialisvsviagra-online.com/healthy-lifestyle-as-a-prevention-of-ed/ the disease.

Comments are closed.